PROCESSO AI MONACI DI MAZZARINO

Avvocato Giuseppe Dacqui in un momento della rappresentazione

L’Avvocato Giuseppe Dacqui in un momento della rappresentazione -

 

Giorno 16 Luglio 2008 la Fondazione Scuola Forense “Giuseppe Alessi” di Caltanissetta in uno al Consiglio dell’Ordine di Caltanissetta ed al Comune di San Cataldo, ha rappresentato il Processo ai Monaci di Mazzarino.

Attori: Gli Avvocati del Foro nisseno con la partecipazione della Dott.ssa Mariolina Riggi, Direttrice della Biblioteca di San Cataldo.

Ben 45 attori in un grande palcoscenico allestito nella Piazza Falcone-Borsellino di San Cataldo a rappresentare l’aula di giustizia dei tempi andati.

Il vero processo, celebratosi alla fine degli anni 50′ ebbe grande eco in Italia non solo perchè imputati di così gravi delitti erano dei frati ma anche perchè si sovlgeva in un’epoca storica in cui la politica era divisa in clericale ed anticlericale.

Imputati di associazione a delinquere finalizzata ad estorsione ed omicidi tra gli altri quattro frati Capuccini del convento di Mazzarino: Venanzio, Carmelo, Agrippino e Vittorio.

Gli imputati in un momento della rappresentazione

Assolti in primo grado, per aver agito in stato di necessità, in appello i frati Venanzio, Carmelo ed Agrippino fuorno condannati. Sentenza che dopo un annullamento della Cassazione verrà poi definitivamente confermata.

La rappresentazione teatrale si è basata sugli atti processuali i cui fascicoli sono conservati presso la biblioteca di San Cataldo in onore dell’On.le Giuseppe Alessi allora difensore dei monaci.